Seleziona una pagina

Ti devo confessare che tanti privati con cui ho a che fare, purtroppo, scadono nella figura dei “presuntuosi”, e ti spiego subito perchè.

Intanto voglio premettere che non sto giudicando (e mai mi permetterei di farlo) dal punto di vista personale un cliente che non conosco.

Ma inevitabilmente, quando si avvicina all’idea di vendere casa da solo, ahimè, con le parole e con i fatti spesso dimostra di esserlo, anche se nella vita sicuramente è tutt’altro che presuntuoso!

Quanti sono dell’idea “Lascia fare ad ognuno il suo mestiere?” scommetto almeno il 99%, per non dire tutti.

A meno che, torno a ripetere, non vi sia qualche presuntuoso che all’occasione pensa di improvvisarsi idraulico, avvocato, elettricista, assicuratore, pompiere etc. E magari confidando negli stessi risultati professionali degli stessi professionisti!

 

Assurdo non trovi?

Quindi, è davvero difficile capire perchè, quando un privato decide di vendere casa, da per scontato di essere in grado di farlo!

Solitamente quelli convinti di esserne capaci sono gli stessi che pensano che basta scattare 4 foto, mettere un annuncio e aprire la porta tutti i giorni ai visitatori per riuscire a vendere la casa.

Purtroppo non funziona così, e lo si scopre sempre picchiandoci il muso, perdendo tantissimo tempo, frustrazioni varie e tenendosi in groppa la propria casa invenduta per tanto e tanto tempo!

 

La vendita di un immobile è il risultato combinato di una serie di fattori e di comportamenti messi in atto
nel modo opportuno, e molto raramente è legata al caso fortuito.

Solitamente il privato che si improvvisa nel “fai da te” purtroppo non è un venditore di professione, quindi non sa:

  • Valutare l’immobile in modo corretto e concorrenziale
  • Pubblicizzarlo in modo adeguato
  • Parlare a un potenziale interessato
  • Riconoscere un potenziale interessato
  • Come comportarsi durante un appuntamento
  • Per non parlare di tutte le questioni legate ai contratti, preliminari, caparre, documentazione tecnica etc. etc.

 

Ora, ti chiedo, come può una persona, non sapendo fare tutte le cose sopra, poter pensare di riuscire a vendere una casa da solo a Brescia?

E’ forse un po’ improbabile, non credi?

Certo, il caso fortuito, la classica botta di fortuna ci può anche essere…ma in quanti casi questo avviene?

 

Perchè agire alla cieca ad attendere il colpo di fortuna?

La cosa potrebbe rivelarsi molto frustrante e dispendiosa, in termini di energie, tempo e anche denaro.

Credimi, nella mia esperienza ho imparato che ogni singolo aspetto (dalla pubblicità, alla telefonata col cliente, dal primo appuntamento, alla trattativa, dall’analisi della documentazione tecnica etc.) deve essere gestito e affrontato con conoscenza.

Con un metodo e atteggiamento ben preciso e definito, efficace e sempre mirato al risultato, portando il percorso di vendita sempre più “in discesa”, aggirando ostacoli e obiezioni.

Ti posso garantire che tantissimi colleghi (o pseudo tali) non sono in grado di applicare le cose dette sopra e di affrontare la vendita in modo efficace e orientato al risultato…figuriamoci chi non lo fa di mestiere!

Nella migliore delle ipotesi succede che il privato che cerca di vendere da solo, dopo avere messo l’annuncio, comincia a ricevere telefonate da tante persone, allora si galvanizza, perchè pensa che casa sua interessi a tanti.

Difatti, quando io li chiamo, spesso mi sento dire: “No no… per adesso faccio da solo, perchè stanno venendo in tantissimi a vederla!”.

Ok, io nel sentire queste parole già capisco che quei tantissimi sono probabilmente tutti perditempo o quasi, e il fatto di trovare un interessato tra tanti perditempo è sempre il caso fortuito, la classica botta di fortuna.

Una casa (se tutti i fattori si incastrano nel modo giusto e non ci sono particolari problematiche, il prezzo è giusto, il momento di mercato è favorevole etc.) si può vendere entro 4 o 5 visite, credimi!

Anzi, a me alcune volte capita di vendere anche al primo appuntamento, ecco perchè alla parola “tantissimi visitatori” mi si accappona la pelle. Solo per il fatto che sono tantissimi e nemmeno uno di questi dimostra interesse concreto, hai già perso tantissimo tempo!

Ma ognuno è libero di trasformare casa sua in un porto di mare e affrontare la cosa così, un po’ come viene. Per me però non è concepibile.

 

Segui questo mio esempio

Ci sono due pescatori nello stesso lago, ed entrambi vogliono pescare trote salmonate. Nel lago però ci sono solo poche unità di trote salmonate, e centinaia e centinaia di altre diverse specie.

Il primo pescatore butta delle reti enormi per catturare quanti più pesci possibile, sperando che fra quelli pescati vi sia qualche rarissima trota salmonata, sperando nel caso.

Il secondo pescatore è specializzato in questo genere di pesca, conosce meglio le trote salmonate e i loro comportamenti.

Cosa piace alle trote salmonate, quale tipo di canna da pesca utilizzare, quale esca è più adatta, quale impasto alimentare gettare per attrarle etc.

Insomma, fa un lavoro “ad hoc” e mirato per attrarre esclusivamente trote salmonate escludendo a priori gli altri pesci.

Secondo te, a questo punto, chi dei due ha più probabilità di pescare trote salmonate? Fidati, il secondo.

Attenzione, potrebbe anche non riuscire a pescarne nessuna, ma perlomeno non avrà perso risorse ed energie a tirare su dall’acqua altri pesci che non gli interessano!

Il consiglio quindi che ti posso dare, per evitare di complicarti troppo la vita, è quello di provare a vendere casa da solo a Brescia.

Ma valuta magari allo stesso tempo affidare (anche senza esclusiva) la vendita a un professionista che ti possa in qualche modo aiutare velocizzando i tempi, evitandoti fastidi e continue perdite di tempo.

Attenzione però, devi prima trovare il professionista che opera secondo un certo metodo ed è in grado di selezionare i clienti, se no purtroppo sei punto ed a capo!

 

SE DEVI VENDERE CASA A BRESCIA NON IMPROVVISARTI CONSULENTE IMMOBILIARE, CLICCA QUI SOTTO PER CONTATTARMI!

 

RICHIEDI UNA CONSULENZA GRATUITA

 

< Chiama ora!